·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

·

Storie degli Altri è stata selezionata con menzione speciale da

Lui è
Alessio

bacio

Lui è Alessio. Vive a Savona, in Liguria. È sposato, ha due figli e una grande passione per gli animali. È il 2019. Alessio e la moglie Beatrice portano del cibo al canile della città. C’è una nuova arrivata, si chiama Mina, e ha lo sguardo più triste che abbiano mai visto. Gli trafigge il cuore. Alessio si gira verso la moglie, basta uno sguardo. Sbrigano subito le pratiche e Mina entra a far parte della loro famiglia. Passa qualche giorno. Beatrice naviga sul web, incappa in un articolo che parla proprio della loro cagnolina. Viveva in Sardegna come randagia, è finita in canile, dove si è fatta un amico, un cagnone di nome Garibaldi. Mina e Garibaldi erano pappa e ciccia, giocavano, mangiavano e dormivano insieme, finché Mina è stata spedita in Liguria e non si sono più visti. Alessio guarda la sua cucciola, sempre così triste. Chiama i proprietari del canile. Garibaldi è ancora da voi? Sì è qui. Alessio ha un’idea. Minuccia, ora ci pensa il tuo papà. Scrive un annuncio, chiama, prega, non si arrende finché non trova un uomo della sua zona disposto ad adottare l’amico di Mina. È il 2020. Garibaldi sbarca in Liguria, nella sua nuova famiglia. Alessio ha già fissato una data per l’incontro, ma il lockdown manda tutto all’aria. Bisogna aspettare. Passa un anno. Alessio è preoccupato, Mina non sta bene, la porta dal veterinario. Purtroppo ha un’insufficienza renale cronica, può andarsene da un momento all’altro. Alessio non crede alle sue orecchie. No, non può finire così. Si mette in macchina, chiama il proprietario di Garibaldi. Preparati perché stiamo arrivando. Fa più in fretta che può. Arriva, apre la portiera, Mina scende, si guarda intorno irrequieta. Sente abbaiare. Scatta sull’attenti. Un cagnone bianco corre verso di lei. Mina si ritrae, poi allunga il musetto, annusa. D’improvviso si agita, scodinzola, abbaia felice. Garibaldi le fa eco. Finalmente i due amici sono di nuovo insieme, e sono feste a non finire. Mina muore qualche giorno dopo, serena, tra le braccia di Alessio e Beatrice.

LA STORIA CONTINUA

Un mese dopo che Alessio e Beatrice l’avevano adottata, Mina è scappata. Tutta la città si è subito messa sulle sue tracce, L’hanno ritrovata una dopo settimana mentre vagava per le strade alla ricerca di qualcosa, o qualcuno.